Il fantazma del nazionalismo

The Phantasm of Nationalism | Limes. Rivista Italiana di geopolitica. Roma 2008

"No una semana dopo che il presidente Saakashvili aveva dato ordine di marciare sulla capitale dell'Ossezia del Sud, le Forze armate georgiane erano battute. Non avevano combattuto nemmeno due giorni. Non appena entrati in campo i carri armati e l'aviazione russa la Georgia dichiarava il cessate-il-fuoco unilaterale. La Russia profittava dell'occasione da tempo auspicata e variamente provocata in modo rapido ed estensivo. 

Oggi Mosca controlla pienamente l'Ossezia del Sud. Simile la situazione in Abkhazia. Di più, ha mantenuto per diversi giorni i suoi militari a Gori, città natale di Stalin, nel cuore della Georgia. Così dispone di un notevole potenziale di ricatto nei negoziati sul futuro status dei territori separatisti - di cui ha riconosciuto l'indipendenza - e sul ruolo della Georgia in es."

Read More